BCE, FED, BRICS, Xi Jinping, Enrico Letta, Herman Van Rompuy, il sistema bancario spiegato ad un bambino, banche mondiali, signoraggio bancario, frodi bancarie

milano-software.com
Sviluppo applicazioni per ufficio e reti

Prodotti su misura
soluzioni personalizzate

 
 
Giornali italiani
Giornali stranieri

Elenco Giornali Italiani

 

Offerta inperdibile di Sky

Abitare (in lavorazione)
Adnkronos
Agenzia Ansa
Alto Adige
Ancona, Pesaro, Ascoli
Athesia Online(SüdTirol)
Avanti Online
Avvenire

Blog di Beppe Grillo

Corriere del Mezzogiorno
Corriere del Ticino
Corriere della Sera
Corriere delle Alpi
Dolomiten, SüdTirol
Donna Moderna
Famiglia Cristiana
Gazzetta dello Sport
Genova, Genova Oggi
Giornale di Calabria
Giornale di Lecco
Giornale di Sicilia
Il Centro (Abruzzo)
Il Cittadino di Lodi
Il Corriere del Ticino
Il Corriere di Como
Il Fatto quotidiano
Il Foglio G. Ferrara
Il Gazzettino Veneto
Il Giornale
Il Giornale di Vicenza
Il Giornale del Popolo
Il Giornale di Napoli
Il giornale di Napoli *
Il Giornale di Verbania
Il Giorno
Il Manifesto
Il Mattino di Padova
Il Mattino Online
Il Messaggero di Roma
Il Piccolo di Trieste
Il Punto Informatico
Il Quotidiano della Calabria
Il Quotidiano di Catanzaro
Il Resto del Carlino Bologna
Il Secolo XIX
Il Sole 24 Ore
Il Tempo (Roma)
Il Tirreno Toscana Grosseto
InforMare
Internazionale
Internet News
L'Azione
L’Unione Sarda
L'Unità
La Gazzetta del Sud
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta di Mantova
La Gazzetta di Modena
La Gazzetta di Parma
La Gazzetta di Reggio
La Nazione
La Nuova Ferrara
La Nuova Sardegna
La Nuova Venezia
La Padania
La Prealpina
La Provincia Pavese
La Regione Ticino
La Repubblica
La Stampa
La Tribuna di Treviso
La Voce del Ribelle *
L'Avvenire
L'Eco di Bergamo
Leggo *
Leggo.it
L'Espresso
Libero
L'osservatore Romano
L'Unione Sarda
L'Unita
Milano Finanza
National Geographic
Netvibes
Novara Today
Panorama
PeaceLink
Quattroruote *
Sera News *
Servizio Pubblico *
Rimini, Il Resto del Carlino
Taranto Sera
*

Ai tempi nostri l'oro, (non a caso lo scriviamo senza l'iniziale maiuscola), non è più necessario, non serve più: basta far credere che ci sia. Leggete questa storiella e ve ne convincerete.

Forse vi può interessare anche:
1) Le banche, la crisi e Victoria Grant
2) Un video del M5S sul Signoraggio Bancario al Parlamento Italiano
3)
Henry Ford, le banche l'Oro e il Dollaro
4) Il sistema bancario spiegato ad un bambino
5) L'alchimista e la pietra Filosofale










Riparazioni Computer Lugano

Quotidiani e giornali
Giornali esteri
Elenchi telefonici
Pagine gialle italiane
Previsioni Meteo
Radar in Europa
Annunci gratuiti
Google e i motori
Tutti i comuni italiani
Corsi delle valute
I cognomi italiani
Curiosità del mondo
Archivio Internet
Opportunità di lavoro
Test della connessione

Collabora con noi

DA  LEGGERE

L'America chi è
Terrorismo... perchè?
Vero o Falso
Notizie più curiose

SCIENZA

Teoria della relatività
Teoria delle stringhe
La fine del tempo
La Trasformazione di Lorentz
L'indeterminazione

 

Elenco Giornali Italiani

 

Offerta inperdibile di Sky

Abitare (in lavorazione)
Adnkronos
Agenzia Ansa
Alto Adige
Ancona, Pesaro, Ascoli
Athesia Online(SüdTirol)
Avanti Online
Avvenire

Blog di Beppe Grillo

Corriere del Mezzogiorno
Corriere del Ticino
Corriere della Sera
Corriere delle Alpi
Dolomiten, SüdTirol
Donna Moderna
Famiglia Cristiana
Gazzetta dello Sport
Genova, Genova Oggi
Giornale di Calabria
Giornale di Lecco
Giornale di Sicilia
Il Centro (Abruzzo)
Il Cittadino di Lodi
Il Corriere del Ticino
Il Corriere di Como
Il Fatto quotidiano
Il Foglio G. Ferrara
Il Gazzettino Veneto
Il Giornale
Il Giornale di Vicenza
Il Giornale del Popolo
Il Giornale di Napoli
Il giornale di Napoli *
Il Giornale di Verbania
Il Giorno
Il Manifesto
Il Mattino di Padova
Il Mattino Online
Il Messaggero di Roma
Il Piccolo di Trieste
Il Punto Informatico
Il Quotidiano della Calabria
Il Quotidiano di Catanzaro
Il Resto del Carlino Bologna
Il Secolo XIX
Il Sole 24 Ore
Il Tempo (Roma)
Il Tirreno Toscana Grosseto
InforMare
Internazionale
Internet News
L'Azione
L’Unione Sarda
L'Unità
La Gazzetta del Sud
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta di Mantova
La Gazzetta di Modena
La Gazzetta di Parma
La Gazzetta di Reggio
La Nazione
La Nuova Ferrara
La Nuova Sardegna
La Nuova Venezia
La Padania
La Prealpina
La Provincia Pavese
La Regione Ticino
La Repubblica
La Stampa
La Tribuna di Treviso
La Voce del Ribelle *
L'Avvenire
L'Eco di Bergamo
Leggo *
Leggo.it
L'Espresso
Libero
L'osservatore Romano
L'Unione Sarda
L'Unita
Milano Finanza
National Geographic
Netvibes
Novara Today
Panorama
PeaceLink
Quattroruote *
Sera News *
Servizio Pubblico *
Rimini, Il Resto del Carlino
Taranto Sera
*

L’alchimista che trasformò la carta in oro

C’era una volta un alchimista che, come tutti gli alchimisti, cercava la pietra filosofale, il magico ingrediente capace di trasformare il metallo vile in oro.

Scrutando il miraggio della trasmutazione, il nostro alchimista vagava senza costrutto fra nigredo, albedo e rubedo senza però mai giungere al compimento della Grande Opera. Il metallo rimaneva vile, e l’oro non compariva. Il sogno della perfetta purezza rimaneva confinato negli astrusi libroni che nascondeva nei recessi del suo studio, che esibiva agli occhi del pubblico trattati di matematica, astronomia, fisica, filosofia e teologia, nei quali eccelleva, primo fra i dotti.

Per nulla pago della vasta erudizione, il nostro alchimista languiva di desiderio e invecchiava con mestizia. Sul grande medagliere dei suoi successi incombeva minacciosa la nube grigia del fallimento.

Finché un giorno la nomea del grande erudito giunse alle orecchie di un re. Costui ormai da anni accumulava montagne di Note di Banco, che ormai si chiamavano Banconote, che gli dicevano valessero più del tesoro della Corona.

Il vecchio Re faticava a comprendere come potesse, quella montagna di carta, esser tanto preziosa come gli spiegava il suo banchiere di corte. Nè tantomeno capiva come potesse, quella ricchezza di carta, crescere al crescere dei debiti che lui stipulava con la Banca.

“I vostri debiti Maestà - diceva l’oscuro banchiere – sono la ricchezza del Paese”.

E il Re, patriotticamente, ne faceva altri.

Un giorno però, stanco di arrovellarsi nell’indeterminatezza, il sovrano stabilì di chiamare cotesto erudito per rivolgergli la domanda che gli pesava sul cuore.

L’alchimista partì dalla campagna, dove dimorava, e arrivò nella grande capitale. Sorprese e meraviglie lo aspettavano.

Fu condotto a corte da un manipolo di soldati che lo portarono alla presenza del sovrano. Con gli occhi bassi, timoroso persino di alzare il capo, il grande erudito aspettò che si compisse il suo destino.

Il Re lo scrutava curioso. Davvero quel piccolo uomo poteva spuntare il rovello che lo tormentava?

Decise di metterlo alla prova. Prese un fascio di banconote e lo lanciò ai piedi dell’alchimista.

“Ditemi signore – disse il Sovrano – cosa valgono questi fogli di carta?”

L’alchimista osservò le banconote e le contò.

“Nulla vostra maestà: è solo vile carta scarabocchiata”.

Il Re sentì il rovello che lo arrovellava arrovellarsi ancor più forte.

” Perché mai allora – chiese – tutti ne vogliono?”

L’alchimista rispose prontamente:

“Per ciò che promettono, vostra Maestà”.

Era precisamente questo il punto. Il sovrano sorrise soddisfatto.

“E com’è possibile – chiese il re esternando alfine il suo tormento – che una promessa valga più dell’oro?”

L’alchimista fu folgorato dalla rivelazione. Il miraggio della Grande Opera finalmente si realizzava.

Non servivano studi né procedimenti, né zolfo né mercurio, né distillazione né sublimazione. Ciò che serviva era solo una parola magica: credibilità.

Il segreto dell’alchimia finalmente si svelava. Non era il vile metallo che bisognava trasformare in oro, ma la carta.

“Perché una promessa regale è oro”, concluse, inchinandosi fino al pavimento.

Il Re lo fissò stupito. Possibile fosse così semplice? Che bastasse scrivere su un foglio che quel foglio era oro perché ciò accadesse?

“Alzatevi”, disse all’alchimista. “Ho deciso di giovarmi dei vostri servigi”.

L’alchimista vide il sole di una gloria imperitura sorgere davanti a sé.

Chinò il capo supplice e acconsentì.

E tutti vissero felici e contenti.
***********************************************************************
Forse potrebbe interessarti anche:

1) Le banche, la crisi e Victoria Grant
2) Un video del M5S sul Signoraggio Bancario al Parlamento Italiano
3)
Henry Ford, le banche l'Oro e il Dollaro
4) Il sistema bancario spiegato ad un bambino
5) L'alchimista e la pietra Filosofale

Riparazioni Computer Lugano

Quotidiani e giornali
Giornali esteri
Elenchi telefonici
Pagine gialle italiane
Previsioni Meteo
Radar in Europa
Annunci gratuiti
Google e i motori
Tutti i comuni italiani
Corsi delle valute
I cognomi italiani
Curiosità del mondo
Archivio Internet
Opportunità di lavoro
Test della connessione

Collabora con noi

DA  LEGGERE

L'America chi è
Terrorismo... perchè?
Vero o Falso
Notizie più curiose

SCIENZA

Teoria della relatività
Teoria delle stringhe
La fine del tempo
La Trasformazione di Lorentz
L'indeterminazione

La storia dei cognomi italiani
Cos'hanno in comune Dioguardi, Scarsella, Mangiamele, Tromba, Magnavacca, Zappalà, Iaquinta, Zanardi, Donnarumma, ecc.

L'Onomastica, scienza fondamentalmente linguistica anche se coesiste una rilevante problematica storico-culturale, sociale e geografica, ha in Italia una prestigiosa tradizione: cento e più anni, ormai, di studi preminenti sul piano qualitativo e quantitativo. Ma questa preminenza non è uniforme, bilanciata, nei due...

Un gioiello elettronico

Traduzione automatica

Per saperne di più: Araldis! E la tua storia continua

  © Pubblinet Switzerland partner of New Dimension Software 1994 - 2014 - All Rights Reserved | S1 - S2 S3