Henry Ford, l'Oro, il Dollaro, le banche, la crisi economica, signoraggio, frodi bancarie

milano-software.com
Sviluppo applicazioni per ufficio e reti

Prodotti su misura
soluzioni personalizzate

 
 
Giornali italiani
Giornali stranieri

Elenco Giornali Italiani

 

Offerta inperdibile di Sky

Abitare (in lavorazione)
Adnkronos
Agenzia Ansa
Alto Adige
Ancona, Pesaro, Ascoli
Athesia Online(SüdTirol)
Avanti Online
Avvenire

Blog di Beppe Grillo

Corriere del Mezzogiorno
Corriere del Ticino
Corriere della Sera
Corriere delle Alpi
Dolomiten, SüdTirol
Donna Moderna
Famiglia Cristiana
Gazzetta dello Sport
Genova, Genova Oggi
Giornale di Calabria
Giornale di Lecco
Giornale di Sicilia
Il Centro (Abruzzo)
Il Cittadino di Lodi
Il Corriere del Ticino
Il Corriere di Como
Il Fatto quotidiano
Il Foglio G. Ferrara
Il Gazzettino Veneto
Il Giornale
Il Giornale di Vicenza
Il Giornale del Popolo
Il Giornale di Napoli
Il giornale di Napoli *
Il Giornale di Verbania
Il Giorno
Il Manifesto
Il Mattino di Padova
Il Mattino Online
Il Messaggero di Roma
Il Piccolo di Trieste
Il Punto Informatico
Il Quotidiano della Calabria
Il Quotidiano di Catanzaro
Il Resto del Carlino Bologna
Il Secolo XIX
Il Sole 24 Ore
Il Tempo (Roma)
Il Tirreno Toscana Grosseto
InforMare
Internazionale
Internet News
L'Azione
L’Unione Sarda
L'Unità
La Gazzetta del Sud
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta di Mantova
La Gazzetta di Modena
La Gazzetta di Parma
La Gazzetta di Reggio
La Nazione
La Nuova Ferrara
La Nuova Sardegna
La Nuova Venezia
La Padania
La Prealpina
La Provincia Pavese
La Regione Ticino
La Repubblica
La Stampa
La Tribuna di Treviso
La Voce del Ribelle *
L'Avvenire
L'Eco di Bergamo
Leggo *
Leggo.it
L'Espresso
Libero
L'osservatore Romano
L'Unione Sarda
L'Unita
Milano Finanza
National Geographic
Netvibes
Novara Today
Panorama
PeaceLink
Quattroruote *
Sera News *
Servizio Pubblico *
Rimini, Il Resto del Carlino
Taranto Sera
*

Henry Ford, l'Oro e il Dollaro
di Roberto Molinari

Mi è difficile immaginare che Henry Ford, (30 Luglio 1863 - 7 Aprile 1947) possa aver pronunciato quel profetico pensiero: "È un bene che il popolo non comprenda il nostro sistema economico e monetario, perché se accadesse credo che scoppierebbe una rivoluzione prima di domani mattina".

Henry Ford è stato un imprenditore statunitense. Fu uno dei fondatori della Ford Motor Company

Mi è difficile dare un ragionevole significato a quella frase. Cosa mai l'avrà spinto a pronunciarla? La Storia ci ricorda che Henry Ford è vissuto in un periodo in cui ogni dollaro di carta aveva un suo preciso e costante valore in oro, tant'è che poteva essere scambiato col nobile metallo in qualunque momento. Le banche incassavano oro e davano in cambio dollari di carta. Erano più leggeri, più comodi, si potevano frazionare e quindi usare come resto di banconote più grandi. Il Dollaro e l'Oro erano inscindibili: tot once di oro valevano tot dollari. Dev'essere parsa, alla gente del tempo, come la legge più naturale delle cose. Nessuno si pose mai la domanda: "fino a quando durerà?" Finchè arrivò Henry Ford, che intuì il gioco sporco delle banche, che incassavano oro e davano e prestavano carta... tanta carta...troppa carta. Perchè? E da qui la storica frase: "È un bene che il popolo non comprenda il nostro sistema economico e monetario, perché se accadesse credo che scoppierebbe una rivoluzione prima di domani mattina".

Perchè? Forse per poi, quando tutto l'oro (o quasi tutto) fosse stato nei loro forzieri, le banche avrebbero potuto tranquillamente e liberamente svalutare il dollaro cartaceo che avevano così abbondantemente diffuso ed pretenderne una quantità maggiore... perchè, a loro dire, il valore dell'Oro era nel frattempo salito, ne era rimasto più poco!. Ma si guardavano bene dal confessare che l'Oro era tutto nelle loro banche. Ecco allora che chi aveva o veniva in possesso di altro Oro, si affrettava a portarlo in banca, perchè lì si guadagnavano altri dollaroni in più. Ma erano dollaroni di CARTA!  Carta che sarebbe stata in seguito, ulteriormente svalutata.

I banchieri si arricchivano e i poveracci si impoverivano. Il valore vero era ormai l'ORO, ma l'Oro era praticamente solo delle banche, le quali cominciarono in grande stile, la loro opera primaria: la speculazione.

Ai tempi nostri l'oro, (non a caso lo scriviamo senza l'iniziale maiuscola) non serve più: basta far credere che ci sia. Leggete questa storiella e ve ne convincerete.

Forse vi può interessare anche:
Le banche, UE, crisi, Portogallo
Le banche, la crisi e Victoria Grant
Un video del M5S sul Signoraggio
Henry Ford, le banche l'Oro e il Dollaro
Il sistema bancario spiegato ad un bambino
L'alchimista e la pietra Filosofale

Ti potrebbe interessare anche la storia di Victoria Grant









Riparazioni Computer Lugano

Quotidiani e giornali
Giornali esteri
Elenchi telefonici
Pagine gialle italiane
Previsioni Meteo
Radar in Europa
Annunci gratuiti
Google e i motori
Tutti i comuni italiani
Corsi delle valute
I cognomi italiani
Curiosità del mondo
Archivio Internet
Opportunità di lavoro
Test della connessione

Collabora con noi

DA  LEGGERE

L'America chi è
Terrorismo... perchè?
Vero o Falso
Notizie più curiose

SCIENZA

Teoria della relatività
Teoria delle stringhe
La fine del tempo
La Trasformazione di Lorentz
L'indeterminazione

La storia dei cognomi italiani
Cos'hanno in comune Dioguardi, Scarsella, Mangiamele, Tromba, Magnavacca, Zappalà, Iaquinta, Zanardi, Donnarumma, ecc.

L'Onomastica, scienza fondamentalmente linguistica anche se coesiste una rilevante problematica storico-culturale, sociale e geografica, ha in Italia una prestigiosa tradizione: cento e più anni, ormai, di studi preminenti sul piano qualitativo e quantitativo. Ma questa preminenza non è uniforme, bilanciata, nei due...

Un gioiello elettronico

Traduzione automatica

Per saperne di più: Araldis! E la tua storia continua

  © Pubblinet Switzerland partner of New Dimension Software 1994 - 2014 - All Rights Reserved | S1 - S2 S3